Lely Astronaut e igiene – cicli di lavaggio automatico ideali

Una buona igiene è la base per una mungitura di successo. L’igiene è la prima prevenzione per evitare la contaminazione del latte, degli animali, dell’uomo e delle macchine. Questo articolo spiega quali parametri sono coinvolti nella pulizia del robot di mungitura.

xx

Per ogni sessione di lavaggio, si deve tenere conto dei 4 parametri del circolo di Sinner (vedi figura):
•    Tempo
•    Azione
•    Prodotti chimici
•    Temperatura

robot-hygiene-en_1.png__250x113_q70_crop_subsampling-2_upscale.jpg

 Lely ha scelto alte temperature di lavaggio, un detergente forte e un flusso d’acqua adeguato. Con questi tre parametri, i tempi di lavaggio possono essere ridotti perché il robot ricominci a mungere il prima possibile. Nel nostro detergente non c’è disinfettante, per cui la temperatura, all’incirca 77℃, è di estrema importanza per uccidere i microrganismi in tempi di lavaggio brevi. A causa delle alte temperature, necessario usare un prodotto di alta qualità per prevenire danni alle macchine. Inoltre, per evitare corrosione, non vengono usati acido cloridrico, solforico o nitrico. Il lavaggio del robot si basa sul principio del flusso continuo, invece che sulla circolazione. Creiamo resistenza meccanica mediante estrazione dal flusso dei fluidi. Per questo è molto importante un buon flusso d’acqua.

Per evitare ogni rischio, è consigliato lavare i robot con frequenza sufficiente: ogni 8 ore. Si consiglia anche di controllare il report T4C “Mungitura – Mungiture/ore” (vedi figura) per stabilire gli orari dei lavaggi nei momenti più tranquilli della giornata, quando i robot sono meno affollati.

robot-hygiene-en_2.png__283x183_q70_crop_subsampling-2_upscale.jpg

In questa stalla, i lavaggi sono stati messi alle ore 22:00, 07:00 e 15:00, orari in cui le vacche stanno riposando o alimentandosi dopo distribuzione/riavvicinamento razione.

Durante i lavaggi devono venire rimossi sia materiali organici che inorganici. Il materiale organico (grasso/proteine) è nutrimento per i microrganismi contaminanti del latte, mentre quello inorganico (incrostazioni, pietre di latte) causa malfunzionamenti alle valvole, agli strumenti di misurazione o corrosione, e può fungere da riparo per i microrganismi. Le due diverse fonti di sporco richiedono un agente chimico differente. Questo è il motivo per cui laviamo due volte al giorno con Lely Astri LIN (detergente alcalino = alto pH) più una volta al giorno con Lely Astri CID (detergente acido = basso pH).

Il grasso è uno dei tipi di sporco che vogliamo eradicare, e non è facilmente rimovibile: serve un surfattante in grado di scioglierne le molecole perché possano essere sciacquate via.

robot-hygiene-en_3.png__334x133_q70_crop_subsampling-2_upscale.jpg

In conclusione, lavare un robot non è così diverso che lavare i piatti: serve la giusta temperatura, un’azione meccanica, tempo e prodotti chimici. Il ciclo di lavaggio dei robot Lely è studiato in modo da mantenere alta l’igiene del sistema facendo tre lavaggi al giorno a distanza di circa 8 ore. Raccomandiamo inoltre fortemente l’utilizzo dei prodotti Lely, in quanto studiati appositamente per questo tipo di lavaggi.
 

Top

Il sito Internet di Lely utilizza i cookie. Ulteriori informazionni su questa pagina. Chiudi