placeholder content

Aumentare il numero di riavvicinamenti della razione dà indubbiamente i suoi frutti: stimola la frequenza di alimentazione durante il giorno e la notte, il che significa una maggiore assunzione di sostanza secca da parte della mandria. Questo comportamento ha un effetto positivo non solo sulla salute dell’animale, ma anche sulla sua fertilità, sulla produzione e anche sui vostri risultati economici.

I benefici del riavvicinamento frequente del foraggio

Una bovina in salute è una bovina produttiva, e consuma dalle 10 alle 14 pasti ogni 24 ore. Ecco perché è essenziale che possa trovare alimento sempre disponibile nella rastrelliera: questo garantisce un livello di pH ottimale e stabile e un uso più efficiente dell’alimento.

Quando le vacche non possono accedere regolarmente al foraggio durante il giorno, l'assunzione di una grande quantità di alimento a rapida fermentazione causa una forte caduta dei livelli di pH. Questo può portare ad un’acidosi ruminale sub-clinica, con conseguenti danni alla parete del rumine. Inoltre, il cibo passa nel rumine troppo velocemente e i batteri che fanno fermentare la fibra grezza sono inefficaci con valori di pH bassi. 

Riavvicinare regolarmente e di frequente il foraggio è importante per mantenere le vacche in buona salute. Le incoraggia a recarsi più spesso alla rastrelliera e a riempire nuovamente il rumine.

Assunzione ottimale di alimento e disponibilità costante

La disponibilità di cibo è la motivazione migliore per indurre le vacche a recarsi alla rastrelliera. Quando utilizzate un carro dell’unifeed, prepararlo 2-3 volte al giorno permette di bilanciare in modo efficiente la quantità di lavoro e l'assunzione ottimale di cibo. Allo stesso tempo, per garantire alla vostra mandria un accesso costante al foraggio dovrete riavvicinarlo dalle sei alle otto volte al giorno.

Meno pressione sui piedi anteriori e sul collo

Il riavvicinamento frequente del foraggio ha un effetto positivo anche sulla salute dei piedi. Dato che le vacche hanno a disposizione tutto l’alimento di cui hanno bisogno, non devono più sforzarsi di raggiungerlo. Di conseguenza, si riduce la pressione sui piedi anteriori e sul collo.

Se invece il foraggio è limitato, le vacche di basso rango vengono spesso allontanate e i bruschi cambi di direzione che compiono sovraccaricano le loro zampe, provocandone talvolta dei problemi.

Meno stress

Quando l’alimento è scarso o difficile da raggiungere, in mangiatoia si manifestano stress e comportamenti aggressivi. Le vacche di basso rango devono aspettare finché il gruppo principale non risposa,  mangiando più velocemente e spesso anche di meno. La disponibilità costante di alimento appetibile e in quantità sufficiente limita le conseguenze di un numero ridotto di posti in mangiatoia.

Meno alimento residuo

Riavvicinando regolarmente il foraggio e garantendo che tutte le vacche possano accedervi facilmente, è quasi impossibile che scelgano cosa mangiare per cui la razione consumata equivale quasi alla razione fornita. Questo riduce gli avanzi.

Sei-otto riavvicinamenti al giorno riducono la quantità di residui di circa il 50%, rispetto a due-tre riavvicinamenti.

Alimentazione

Un’alimentazione efficiente ha un impatto positivo sulla salute delle bovine e sulla produzione del latte. Tuttavia, miscelare le porzioni nelle quantità corrette e distribuirle al momento giusto richiede tempo, conoscenze e comprensione. I nostri prodotti per l’alimentazione automatica si fanno carico di questo compito e lo svolgono con straordinaria efficienza, permettendovi di risparmiare tempo con la garanzia che la mandria verrà nutrita nel modo corretto e al momento giusto.

Top

Il sito Internet di Lely utilizza i cookie. Ulteriori informazionni su questa pagina. Chiudi