Accelerare il processo di essiccatura permette di ottenere più in fretta il giusto contenuto di sostanza secca nel raccolto. Questo va a beneficio della qualità e della consistenza dell’insilato, e un buon foraggio è sinonimo di bovine sane e produttive.

Il dente a uncino Lely velocizza il processo di essiccatura. Presente su tutti gli spandivoltafieno Lely Lotus, il dente a uncino offre il 50% di capacità di lavoro in più rispetto alle altre macchine analoghe disponibili sul mercato. E, sebbene siano passati ben cinquant’anni dal suo lancio sul mercato, nessuno è ancora stato in grado di eguagliare queste prestazioni.

Performance: produttività e velocità

Grazie alla sua forma angolata, il dente a uncino solleva il raccolto in modo semplice ed efficace. I denti raccolgono il foraggio da entrambi i lati in prossimità dei rotori. Riuscendo a penetrare nel flusso del prodotto, assicurano la massima presa sul raccolto.

Questo consente di sollevare e movimentare senza problemi non solo il materiale secco e leggero, ma anche quello ancora bagnato e pesante. Di conseguenza la macchina è in grado di rivoltare il 50% di foraggio in più rispetto agli altri spandivoltafieno.

Questo, insieme al design complessivo dello spandivoltafieno, permette di ottenere una capacità massima convertibile in velocità, il che si traduce in ottime performance in termini di produttività e velocità.

Conformazione del terreno

Il dente a uncino offre anche un adattamento preciso alla conformazione del suolo. La posizione trainata gli permette di seguire la superficie del terreno per garantire che le operazioni di raccolta e movimentazione si svolgano senza intoppi. Grazie alle cinque molle di cui è dotato, il dente a uncino ha una maggiore capacità di muoversi verticalmente rispetto a un dente dritto.

L’esclusiva combinazione di posizione arretrata e flessibilità dovuta alle molle riduce al minimo la contaminazione e assicura che l’intero raccolto venga lavorato in modo omogeneo.

Content

Rivoltamento ottimale

La forma innovativa del dente a uncino garantisce un rivoltamento ottimale del raccolto perché il foraggio bagnato e più pesante finisce sempre sopra a quello secco, accelerando il processo di essiccatura. Gli spandivoltafieno con denti tradizionali non possono competere in termini di efficacia del rivoltamento.

Due denti

Per offrire la massima azione di rivoltamento, il dente a uncino si compone di due denti: uno più lungo per il foraggio bagnato e quindi più pesante e uno più corto per quello secco. Questa differenza di lunghezza produce velocità diverse durante il lavoro. Il dente più lungo, infatti, si muove approssimativamente il 12% più veloce di quello corto.

Essiccatura più rapida

Dato che il foraggio bagnato, che viene raccolto dal dente lungo, viene lanciato a una velocità superiore, rimane in aria più a lungo di quello secco e atterra sempre sopra a quest’ultimo, ottimizzando il risultato della lavorazione con il voltafieno.

Ecco perché, in combinazione con l’ampia larghezza di lavoro, i denti a uncino raccolgono e trasportano i volumi maggiori di foraggio sul mercato.

Lavorazione con voltafieno

Velocizzare il processo di essiccatura permette di ottenere dal proprio raccolto il contenuto ideale di sostanza secca. Ciò permette, infatti, di influenzare la consistenza e la qualità dell’insilato. Ottenete anche voi il 50% di capacità in più grazie agli esclusivi denti a uncino dei nostri spandivoltafieno.

Top

Il sito Internet di Lely utilizza i cookie. Ulteriori informazionni su questa pagina. Chiudi